ANTONIO FICAI: Visual Marketing e Instagram

  • Published on
    25-Jun-2015

  • View
    144

  • Download
    3

DESCRIPTION

#DolabCamp, 20 settembre 2014. Levoluzione delluso dellimmagine per spiegare e raccontare un prodotto o un servizio, come alcune aziende ne hanno fatto un punto di forza e come sono riuscite a trasformare la propria schiera di clienti e fan dei veri e propri produttori di contenuti visuali.

Transcript

1. #DoLabCampIL VISUAL MARKETINGE POI INSTAGRAM 2. IL VISUAL MARKETINGE POI INSTAGRAMA n t o n i o F i c a i / / @c4antonio 3. GUARDARE, VEDERE o OSSERVARE?©Steve McCurry 4. guardaret o l o o kFISSARE LO SGUARDOSU QUALCOSA O SUQUALCUNO© Lorena Bertozzo 5. vederet o s e eGUARDARE CON ATTENZIONEPER ACQUISIRE UNACONOSCENZA!PRENDERE IN CONSIDERAZIONEIN ESAME© Ben We l l e t 6. osservare / / t o w a t c hESAMINARE CON CURAGUARDARE CON ATTENZIONE© D i c k J e w e l l 7. Il VISUALMARKETINGè la disciplina che studia ilrapporto che intercorre fraun oggetto, il contesto incui viene inserito el’immagine stessaG i r l s I n T h e W i n d o w s , b y O r m o n d G i g l i ( 1 9 6 0 ) 8. “Un prodotto e la sua comunicazione visiva diventanoinscindibili e la loro fusione è la componente cheraggiunge il pubblico, influenzandone il gustoe determinandone le scelte”FATHAL I M. MOGHADDAM 9. “Nella sua evoluzione storica il visual marketing hamesso in luce il mascheramento dell'oggetto, che siallontana dalla sua essenza di prodotto per diventareil protagonista della "messa in scena",trasformandosi quindi in altro da sé,nell'istante in cui entra nel sistema mercato”PAOLO SCHIANCHI 10. EVOLUZIONEDEL VISUAL MARKETINGI E R Ioggetto : immagine = funzione : emozioneOGGIoggetto + immagine = funzione emotivaDOMANIimmagine = oggetto 11. “Un'immagine vale più di mille parole”MAO TSE TUNG 12. DA SAPERE• il cervello è in grado di elaborare immagini in 13 millisecondi• il 93% della comunicazione è non verbale• le immagini sono strumenti in grado di suscitare emozioni• la grafica aumenta la comprensione e il ricordo 13. 2 0 0 m i l i o n i d i u t e n t i a marzo 2014!!!!!!!!maggior network c o m e r i s u l t a t o d i ingaggio d e i p ro p r i u t e n t ic o n i l 4,21% c o n t ro l o 0,1% d e g l i a l t r i s o c i a l m e d i a!58 v o l t e p i ù d i F a c e b o o k120 v o l t e p i ù d i Tw i t t e r 14. AVERE UNOBIETTIVO CHIARO• non entrare su Instagram solo perchéci sono tutti, c’è il rischio garantito diperdere tempo e risorse• valutare come Instagram può inserirsinella strategia del proprio brand• considerare se voler creare unmovimento, promuovere uno stile divita, mostrare la galleria di prodottiesposti o dare importanza ai propriclienti 15. RENDERE IL PROPRIOBRAND VIVO• pubblicare contenuti esclusivi per lapropria community su Instagram• non far apparire il contenuto come sefosse uno spot pubblicitario• coinvolgere il proprio pubblicofacendolo diventare a sua volta unproduttore di contenutisemplicemente inventando un tagesclusivo del brand da chiedergli diusare al momento opportuno 16. @nike - #01 - 6,1mln 17. @starbucks - #02 - 3,1mln 18. @gopro - #03 - 2,9mln 19. @bmw - #13 - 1,4mln 20. @zara - #25 - 968k 21. @disney - #28 - 885k 22. TEXT IS DEAD,LONG LIVE VISUAL!CARMEN SUTTERAdobe Social 23. GRAZIE!#DoLabCamp